Comune di
Catenanuova



Membro dell' Unione interprovinciale tra comuni "Corone degli Erei"
 

Vai al sito del Comune di Catenanuova 











    Catenanuova

    STORIA – ARTE - TRADIZIONI

    Catenanuova, posto a 170 mt di altitudine, è un paese di 5.080 abitanti in provincia di Enna.
    Ben collegato dal punto di vista viario è facilmente raggiungibile; dista infatti 500 mt. circa dallo svincolo dell’autostrada A19 Catania - Palermo; è dotato di una stazione ferroviaria sulla linea Milano–Catania–Agrigento e Catania–Palermo, fruisce dei servizi di autobus di linea che collegano il paese a Catania, Palermo e agli altri comuni dell’entroterra ennese.
    Il primo insediamento urbano venne edificato tra il 1727 ed il 1733 nel cuore del piccolo feudo Mellis in ventre (miele in ventre), per volontà della baronessa Anna Maria Statella, dal figlio Andrea Giuseppe Riggio-Statella, principe di Aci Catena. Il 24 gennaio 1731 il Viceré Conte de Palma, infatti, tenendo conto dei servigi prestati al re dal principe Andrea Giuseppe Riggio-Statella, in esecuzione del cesareo diploma emanato il 11 settembre 1726 concedeva la facoltà di edificare Catenanuova. La presenza del toponimo Catena Nova in un documento notarile del 09 febbraio 1733, riguardante una compravendita di terreno, attesta l’esistenza del paese in quella data.
    Adempiendo la volontà della madre, il principe Andrea Giuseppe Riggio-Statella, popolò Melinventre edificando nel suo centro un nuovo paese, che egli stesso volle chiamare Terra della Nuova Catena, con evidente riferimento ad Aci Catena di cui era il principe. Il principe della Catena e barone di Melinventre, aveva rispettato in tutto e per tutto le ultime volontà di Anna Maria Statella, sua madre: il feudo degli Statella era rifiorito, le tristi macerie del terribile terremoto del 9 ed 11 gennaio 1693, erano un ricordo ormai sbiadito.
    Catenanuova nasceva così come un paese dotato di una propria vita amministrativa, autonoma rispetto alle universitas vicine e, contrariamente a quanto tramandato da una errata tradizione orale, esso non fu mai casale, ma Comune di nuova fondazione soggetto unicamente al suo feudatario, che lo dotò degli apparati amministrativi necessari alla sua autonomia.
    Ed altrettanto errato ed ingiustificato è l’uso del termine dialettale di casaluoti per chiamare i suoi abitanti, che agli inizi della fondazione erano indicati, invece, come catenoti, cioè nell’identico modo degli abitanti di Aci Catena.
    Il centro urbano si affaccia nella valle degli eremi, delimitata a sud dai monti Turcisi, Iudica e Scarpello sulle cui vette, sino agli inizi del 1700, sorgevano gli eremi di San Giacomo, di San Michele Arcangelo, e di Maria Santissima del Rosario, da cui si può godere un vastissimo panorama, che va da Enna all’Etna e alla pianura di Catania.
    Suggestiva è la festa che si tiene la prima domenica di ottobre e di maggio presso la chiesetta sulla vetta del monte Scarpello. In quel giorno i fedeli di Catenanuova, Giumarra, Castel di Iudica, Agira e Regalbuto si recano nel luogo sacro e solitario per ringraziare la Madonna SS. del Rosario e i Venerabili, i cui corpora sancta sono conservati nella chiesetta. Questi sono i resti mummificati dei tre frati eremiti Filippo Dolcetto, Mariano e Matteo Rotolo, custoditi in una urna di vetro all’interno del santuario.
    La vetta del monte Scarpello, a circa 600 mt sul livello del mare, di fronte a Catenanuova spesso è scenario dei voli di deltaplani.
    Poco distante dal centro urbano sorge il fondaco Cuba, che ha ospitato Vittorio Amedeo II e il poeta tedesco J. W. Goethe, nel XVIII secolo. 

    EDIFICI E BENI STORICO-ARTISTICI

    Catenanuova conta tre edifici sacri:
    la Chiesa Madre edificata agli inizi del 1700, la Chiesa dell’Immacolata edificata nel 1908 e la Chiesa dell’Istituto S. Chiara edificata intorno al 1950. 
    1. La Chiesa Madre
      La Chiesa Madre (1700), intitolata a S. Giuseppe, venne eretta a parrocchia nel 1738; custodisce dipinti e sculture del 1700, tra cui la statua del patrono del paese, San Prospero martire, i cui resti ossei provengono dalle catacombe di San Callisto di Roma. L’ultima domenica di settembre viene celebrata la festa del patrono. 
    2. Chiesa dell’Immacolata 
      La chiesa dedicata alla Beata Vergine Maria Immacolata è la seconda per importanza e grandezza tra le chiese di Catenanuova; sorge nel centro storico della città, sul centralissimo corso Vittorio Emanuele III; venne aperta al culto il giorno 1 aprile del 1908, con grande entusiasmo del popolo, da monsignor Ferdinando Fiandaca, vescovo di Nicosia ( 1903-1912), che dedicò il tempio a Maria Santissima Immacolata, nella ricorrenza del 50° anniversario dell’apparizione della Vergine a Lourdes.
    3. Statua dell’Immacolata
      Scultura lignea policroma di stile neoclassico, di cm 173 di altezza risalente al 1870. 
    4. Vetrate artistiche della Chiesa dell’Immacolata
      Realizzate nel 2004 da maestri di scuola fiorentina con vetri “cattedrale” a legatura di piombo, dipinti con “grisaglie” e smalti in più di 15 colori differenti. L’estensione delle vetrate artistiche della chiesa Immacolata è la più ampia nella Diocesi di Nicosia.

    TRADIZIONI

    • Festa santo patrono San Prospero, si tiene l’ultima domenica si settembre.
    • Festa san Giuseppe (tavolata “virginieddi”)

    BENI NATURALI

    Parco san Prospero

    Così denominato, perché con il ricavato del raccolto effettuato in esso, gli amministratori comunali finanziavano la festa di San Prospero patrono di Catenanuova, è ubicato in contrada Censi nella zona nord dell’abitato facilmente raggiungibile a 3 Km dallo svincolo autostradale. Nel mese di ottobre ricorre la manifestazione de “Il Parco in festa”, giornata di degustazione di prodotti tipici locali, consulta il sito www.comune.catenanuova.en.it.

    ECONOMIA – PRODOTTI TIPICI LOCALI

    Il sistema economico locale ruota attorno all’asse del commercio, dell’artigianato ( dei servizi e di produzione ) e dell’agricoltura; significativa, inoltre, è la quota di reddito derivante dal lavoro dipendente ( Pubblica amministrazione, Scuole, Poste, Ferrovie, Zona Industriale di Catania, Area Industriale di Dittaino - Enna ).
    L’elemento di maggiore attrazione del territorio per potenziali investitori è costituito certamente dalla posizione strategica della sua area degli insediamenti produttivi, che presenta un potenziale ricettivo di circa 500.000 mq.
    All’interno di tale vasta area si colloca la zona artigianale di recentissima realizzazione, dotata di opifici moderni ancora da assegnare, ottimamente collegata alla rete ferroviaria ( Milano – Agrigento / Catania – Palermo ) da cui dista 500 mt, all’autostrada A19 Catania – Palermo, da cui dista 300 metri, al porto e all’aeroporto di Fontanarossa di Catania raggiungibile via autostrada in circa 35 minuti.
    Tali caratteristiche rendono l’area degli insediamenti produttivi di Catenanuova ed il suo territorio come luogo ideale per la delocalizzazione di attività economiche da aree più interne ed emarginate, ponendosi anche come porta delle zone interne della provincia di Enna e come area di scambio tra questa provincia e l’intera regione.
    Le potenzialità economiche del settore agricolo sono certamente collegate alla capacità di realizzare filiere dell’olivo, del latte e delle arance, in grado di trasformare e commercializzare i prodotti di una vasta area produttiva comprensoriale di circa 60.00 ettari, costituita dal bacino territoriale dei Comuni contermini di Centuripe, Regalbuto, Agira, Castel di Judica e Catenanuova.
    La nascita del quarto polo universitario siciliano ( Università Kore ) ad Enna, raggiungibile in 40 minuti via autostrada, e la recentissima istituzione di una scuola superiore ad indirizzo informatico-aziendale, dotano, inoltre, questo territorio di un apparato scientifico di rilievo, costituito dai corsi di laurea, tra cui Ingegneria telematica, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Gestione Impresa agricola ed agroalimentare.

    Aziende

    DITTA: Daidone Antonio Giuseppe
    Da oltre 60 anni realizza piccoli capolavori di arte pasticcera

    Indirizzo: Via Vittorio Emanuele, 51 Località: Catenanuova - Provincia di Enna 
    Contatti: Telefono: 0935 - 75261 Fax: 0935 - 78398 E-mail: info@daidone1945.it Sito Web: www.daidone1945.it 


     

    DITTA: Regal Ceramica
    Decorazioni artigianali di ceramiche ed in particolar modo di piastrelle.

    Indirizzo: Sede Legale: Via G.F. Ingrassia, 118 - Regalbuto (EN)
    Località: Sede Produttiva: Zona Artigianale Cap. 8 Catenanuova (EN) 
    Contatti: Telefono: 333 - 9100235 Fax: 0935 - 77401 E-mail: info@regalceramica.it Sito Web: www.regalceramica.it 


     
    Azienda Agricola di Mignacca e Figli
    L'azienda Agricola Mignacca continua un’antica tradizione di produzione di latticini, non trascurando mai, attenzione, pulizia, etica, passione, contribuendo così alla qualità del prodotto finale. Tra i diversi prodotti si evidenziano ricotte fresche e salate, pecorini, e provole, la cui produzione avviene ancora secondo le tecniche tradizionali.

    Indirizzo: C.da S. Pieri s.n.c.
    Località: Catenanuova - Provincia di Enna
    Contatti Telefono: 0935 - 75991 


    Ediemme S.r.l. 
    Editoria specializzata nell'artigianato artistico e non solo

    Indirizzo: C.da Piano Multino cap 9 - Zona Artigianale
    Località: Catenanuova - Provincia di Enna
    Contatti Telefono: 0935 - 75399 Fax: 0935 - 545151 E-mail: info@emil.it Sito Web: www.emil.it


    Come arrivare a Catenanuova

    • Da Catania km 35: via autostrada direzione Palermo, uscita Catenanuova
    • Da Palermo Km. 150 
    • Da Enna km. 40: via autostrada direzione Catania, uscita Catenanuova

    Dove mangiare

    • Bar Daidone via Vittorio Emanale, 51 tel. 0935 75261
    • Pizzeria Bar Grasso via Vittorio Emanuele tel. 0935 75169
    • Pizzeria Galassia via Libertà tel. 0935 75626 - Pizzeria “A Raisa” via Libertà tel. 0935 75863
    • Glamour Café piazza Marconi, 2 tel. 0935 75438
    • The Spaghetti Connection 23 via P. Umberto, 134 tel. 0935 76053

    Dove pernottare

    • B & B del Casale via Milano, 36 tel. 0935 75378
    • B & B il Viandante tel. 0935 75261

    Numeri Utili

    • Comune di Catenanuova 0935 – 78286
    • Polizia Municipale 0935 - 76192
    • Carabinieri 0935 – 78003
    • Polizia Stradale 0935 – 76344
    • Guardia Medica 0935 – 76517
    • Soccorso ACI 0935 – 75600 / 0935 - 76315
    • Soccorso Stradale 0935 – 75738 / 0935 – 75940
    • Servizio ambulanza 118 0935 - 76516
    • Ass. Misericordia – Servizio Ambulanza 347 - 0589787 

     

     

    dummy